2008 TABULA RASA

Un tempo si diceva Tabula rasa, oggi si preferisce usare il termine reset, ma il significato tutto sommato, non cambia. Ogni tanto c' è bisogno di fare ordine nelle nostre menti per ricominciare con spirito nuovo. Quando bisogna farlo in realtà? Ognuno di noi ha i suoi codici e tempi per capirlo. Da un po' di anni ripeto a me stesso che mi servirebbe fare tabula rasa per riordinare le idee.
Per questo, con il titolo Tabula rasa, lo Spirito del lago quest' anno coinvolgerà artisti internazionali che sviluppino il tema.
Un vestito nuovo, un telefonino nuovo, un televisore nuovo, un tavolo nuovo, un frigorifero nuovo, un paio di scarpe nuove. Nuovo. Nuovo. Nuovo. Il nuovo nel mondo occidentale è una specie di ossessione. Si ha sempre fame di nuovo. Non importa se il telefonino che abbiamo funzioni perfettamente.
Questa fame ci spinge a desiderarne uno nuovo, con 1000 funzioni, di cui 998 perfettamente inutili. Il vecchio annoia. Sull' altare del nuovo si sacrificano oggetti, ma come fossero le stesse cose, anche pensieri.
Sono sempre curioso di vedere come gli artisti invitati alla mostra di estrazioni e nazioni diverse sviluppano il tema. Il termine Tabula Rasa, voce latina, significa letteralmente Tavola raschiata con riferimento alle tavolette di cera con segni incisi, utilizzate nell' antichità. Segni cancellati una volta raschiate le incisioni. Tabula rasa sottintende un cambiamento radicale, una riflessione approfondita del nostro modo di vivere e pensare.
Se è vero che i concetti prima espressi, che il nuovo a tutti i costi non è la soluzione per impostare la ripartenza della nostra vita, lo «Spirito del Lago» ha deciso quest' anno di organizzare una mostra collaterale in uno spazio a Stresa, per rendere ancora più evidente la volontà di cambiamento.
Si ritiene che l' autenticità accertata dei valori, debba essere il fondamento si cui costruire il nuovo. Bisogna riconoscere agli amministratori del Comune di Stresa la volontà di rifondare la cultura nei riguardi dell' arte contemporanea mettendo a disposizione uno spazio importante che usato nei migliori dei modi darà risultati eccezionali, per cui tabula rasa a Stresa ha indicato la strada.
Mai come quest' anno il termine Tabula rasa ha trovato riscontro, sui giornali, televisione, discorsi ufficiali, perché in ogni settore la volontà di cambiamento per costruire una società migliore è sentita ed auspicata.
Anche lo «Spirito del Lago», che già l' anno scorso con il titolo «Disgelo» aveva voluto promuovere tematiche strettamente correlate all' attualità, quest' anno vuole dagli artisti invitati un excursus approfondito sul tema Tabula Rasa. E che tutto ricominci.
Lore Bert
Uwe Esser
Harald Fuchs
Peter Gilles
Armin Göhringer
Ferdinando Greco
Bettina Gruber
Birgit Kahle
Ruggero Maggi
Achim Mohné
Aspostolos Palavrakis
Franco Rasma
Cinzia Ruggeri
Paul Schwer
Federico Simonelli
Daniel Spoerri
Valerio Tedeschi
LO SPIRITO DEL LAGO ONLUS - P.IVA 93021230037 Questo sito fa uso unicamente di cookies tecnici