MY WAY

MY WAY, è la ventesima edizione, promossa dalla Onlus Lo Spirito del Lago e quest’anno sarà inaugurata a Stresa il 2 luglio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I tre curatori, Birgit Kahle. Peter Gilles e Giampiero Zanzi, hanno preso spunto dalla famosa canzone  di Sid Vicious dei Sex Pistols che ha segnato una svolta nel confronto generazionale e ancora attuale dopo quarant’anni.

Misurarsi con il mondo artistico contemporaneo a loro parere “disperso” è ormai inevitabile, come per Sid Vicious ci sono Performance che devono essere ricordate e difese.

I curatori desiderano rivolgersi a persone che con il contemporaneo non hanno dimestichezza e auspicano  che la discussione, caratterizzi l’evento .

Gli artisti sono stati scelti in relazione alle loro opere e non al nome.

Una kermesse d’arte contemporanea che per tre mesi coinvolgerà, il territorio di una bellezza impagabile, collezionisti, giornalisti, istituzioni e il semplice curioso

Dove? Nella perla del Lago Maggiore. Stresa.

Dal 2 luglio al 20 settembre 2016 - 

Spazio Luparia - Stresa – Via Anna Bolongaro, 36

Comunicazione: AndEventi Communication Milano – alessandra@andeventi.it

 

 

 

                                 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NERO CORVINO

    LO SPIRITO DEL LAGO  al MUSEO KUNSTVEREIN  Bamberg Germania

Un compleanno importante quello dell’Associazione Culturale no-profit Lo Spirito del Lago di Stresa, che quest’anno festeggia vent’anni di iniziative culturali, programmate di anno in anno e della durata di tre mesi.

Gli artisti a livello internazionale, hanno dato vita ad opere realizzate a tema, come richiesto dall’organizzazione.

Tutte le kermesse sono state visitate e apprezzate da collezionisti, galleristi e Musei Europei, tra questi il Museo Kunstverein di Bamberg in Baviera Germania, su invito della Presidente D.ssa Barbara Kahle,, dopo una  sua visita all’edizione del 2015 a Stresa, ha deciso di allestire un’esposizione dal titolo NERO CORVINO.

Un opportunità per gli artisti, Hede Buehl, Max Bottino, Peter Gilles, Ferdinando Greco, Ale Guzzetti, Birgit Kahle, Franco Rasma, Federico Simonelli, Carolein Smit, Rebecca Stevenson, Valerio Tedeschi, Guenter Weseler, di potersi confrontare con un pubblico internazionale.

Dal 30 aprile al 12 giugno 2016

Inaugurazione: sabato 30 aprile 2016 18.00 pm

KUNSTRAUM KESSELHAUS

Untere Sandstrabe 42 96047 Bamberg – Germania

Per info: www.lospiritodellago.it - tel +39 348 87 14 310 - www.spirito-del-lago.de -www.kunstverein-bamberg.de

Comunicazione: AndEventi Communication Milano – alessandra@andeventi.it

 

 

LO SPIRITO DEL LAGO EDIZIONE 2016

A breve tutte le informazioni della kermesse d'arte contemporanea di Stresa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il PELO NELL’UOVO

Inaugurazione venerdì 3 luglio 2015 ore 18:00

Spazio Luparia Stresa 

Mancano poco più di una manciata di giorni all’apertura della 19a edizione della kermesse di arte contemporanea organizzata dall’Associazione Lo Spirito del Lago, visibile allo Spazio Luparia e su tutto il percorso del lungolago.

Corrado Bonomi, Max Bottino, Dario Brevi, Margret Eicher, Francesco Garbelli, Peter Gilles, Ferdinando Greco, Birgit Kahle, Gereon  Krebber, Donatella Mora, Svenja Ritter, Simon  Schubert, Federico Simonelli, Ambrogio Sozzi, Rebecca Stevenson, Valerio Tedeschi, Wal, Guenter Weseler, Frauke Wilken. provenienti da diverse nazionalità d’Europa e dal Continente Americano, sono gli artisti che con opere e installazioni animeranno la Città di Stresa.

 

 

IL PELO NELL'UOVO - 19 artisti alla 19esima edizione della kermesse di sapore internazionale dell’Associazione no-profit Lo Spirito del Lago

Le tematiche che hanno coinvolto gli artisti della 19esima edizione sono: Corrado Bonomi, Max Bottino, Dario Brevi, Margret Eicher, Francesco Garbelli, Peter Gilles, Ferdinando Greco, Birgit Kahle, Gereon Krebber, Donatella Mora, Svenja Ritter, Simon Schubert, Federico Simonelli, Ambrogio Sozzi, Rebecca Stevenson, Valerio Tedeschi, Wal, Guenter Weseler, Frauke Wilken. provenienti da diverse nazionalità d’Europa e dal Continente Americano, con opere e installazioni
avanza sempre e comunque, volendo o no. Ed ecco la mostra.
Giunta al suo 19mo incontro, sviluppandosi in concomitanza con Expo2015, si dirada a raggiera, come un ventaglio a Stresa, enunciando un pensiero, una azione, raccontando una storia, in cui l’uomo ne è alla ricerca spasmodica, per affermare la meraviglia, lo stupore e l’apoteosi di quella visione sublime che è l’incanto, incanto in un mondo fantastico, immaginativo e reale nel quale forza espressiva ci si muove da sempre.

Con i prestigiosi patrocini:
Città di Stresa – Comune di Colonia – Stresa Eventi – Associazione Turistica Pro-Loco Stresa –
Distretto Turistico dei Laghi
Comunicazione: AndEventi Communication Milano – alessandra@andeventi.it

 

IL PELO NELL’UOVO

Lo spirito del lago nasce per volere dei suoi fondatori, Birgit Kahle, Giampiero Zanzi, Milo Sacchi, Peter Gilles, nel principio di diffondere sul territorio che ha un forte richiamo turistico, non solo la conoscenza delle sue bellezze naturalistiche-paesaggistiche, ma di fare incontrare l’arte contemporanea internazionale con i luoghi e i visitatori che, tantissimi, si riversano in questo angolo del lago Maggiore nel suo incontro più spettacolare: in primavera-estate.
Le tematiche, da ormai più di diciotto anni, hanno coinvolto tanti artisti provenienti da diverse nazionalità d’Europa e dal Continente Americano, con opere e installazioni, disseminate nelle vie, angoli e luoghi chiusi ma vissuti da un alone di storicità all’Isola Bella, luogo sciamanico e terra di sepoltura dei morti in tempi lontanissimi, in un contesto paesaggistico e di meraviglia quale è il bacino del lago Maggiore, col frastuono internazionale di forte richiamo di turisti per la sua bellezza con i suoi Hotel-città delle meraviglie, contaminando l’ambiente commerciale di bancarelle e negozi in cui l’opera d’arte vive tra il vociare multilingue dei suoi visitatori; di per se è già un avvenimento di interesse, fedele al principio del suo partire voluto dai promotori nel lontano 1997.
L’arte contemporanea interagisce con lo spettatore, lo incuriosisce, lo vuole fare partecipe all’opera a cui l’artista ha trasmesso tutte le sue capacità dell’interrogarsi tra l’essenza di un pensiero interiore, una immaginativa visione e un proponimento di capovolgere o di fare riaffiorare un interrogativo che, a volte, è si meraviglia e bellezza estetica, ma è anche il rovescio in cui emerge un aspetto ludico, bello o brutto checchessia, lasciando allo spettatore uno spiraglio di meravigliarsi e di interrogarsi, come, in questo nuovo incontro, con l’espressività contemporanea internazionale che ha per titolo “Il pelo nell’uovo”, dove l’arte, attraverso il suo mutare, non vuole apparire bella, ma consapevole di sviluppare un tema che affascina da sempre sia l’autore che lo spettatore, preparato o ignaro, curioso o infastidito, puntiglioso o “rompiscatole”, ed è l’aspetto determinante del nuovo o del diverso che avanza sempre e comunque, volendo o no. Ed ecco la mostra.
Giunta al suo 19mo incontro, sviluppandosi in concomitanza con Expo2015, si dirada a raggiera, come un ventaglio, tra l’Isola Bella e le sue vie strette e Stresa, enunciando un pensiero, una azione, raccontando una storia, in cui l’uomo ne è alla ricerca spasmodica, per affermare la meraviglia, lo stupore e l’apoteosi di quella visione sublime che è l’incanto, incanto in un mondo fantastico, immaginativo e reale nel quale forza espressiva ci si muove da sempre.

Con i prestigiosi patrocini:
Città di Stresa – Comune di Colonia – Stresa Eventi – Associazione Turistica Pro-Loco Stresa –
Distretto Turistico dei Laghi
Comunicazione: AndEventi Communication Milano – alessandra@andeventi.it

STRESA Spazio Luparia Via Anna Bolongaro, 36
Dal 4 luglio al 20 settembre 2015
ISOLA BELLA
Dal 5 luglio al 20 settembre 2015

 


Grazie a tutti!

Un grazie all’Amministrazione che con questo riconoscimento ha voluto evidenziare come la cultura, ed in questo caso l’arte contemporanea, valorizzi la vocazione turistica di questa città in ambito internazionale.

Lo Spirito del lago è un progetto nato 18 anni fa ed ha come scopo la valorizzazione turistica del nostro territorio.
È un progetto italo-tedesco che basa la sua continuità operativa grazie all’amicizia fra i partecipanti, parte integrante del progetto stesso.

La manifestazione, in 18 anni, ha coinvolto circa 250 artisti, anche di fama internazionale.
A proposito, vi voglio assicurare che Stresa e le sue Isole aprono qualsiasi porta. Abbiamo un tesoro e dobbiamo imparare a gestirlo.
Se artisti molto importanti hanno accettato il nostro invito a partecipare è anche per questo.

Devo ricordare questa sera tre persone altrettanto importanti per lo sviluppo dello Spirito del lago: Birgit Kahle, Peter Gilles e il Dott. Prof. Hartmut Kraft, presidente dello Spirito del Lago a Colonia.

Per finire voglio ricordare un aneddoto.
Durante la mostra è disponibile un Book su cui i visitatori scrivono le loro impressioni.
Questa mi ha commosso: Improvvisamente un fulmine che illumina per chilometri.

Giampiero Zanzi



GIAMPIERO ZANZI “Stresiano benemerito per l’anno 2014”

La cerimonia di premiazione al Palazzo dei Congressi di Stresa, sabato 6 dicembre 2014 alle ore 21,00 

Stresa, con una lettera ufficiale del Sindaco della Città, Canio Di Milia, quest’anno il riconoscimento di “Stresiano Benemerito” è stato attribuito a Giampiero Zanzi.

Personaggio conosciuto, nella perla del Lago Maggiore, incastonato dalle Isole che avvolgono Stresa con la loro bellezza e sto parlando dell’Isola Bella, dei Pescatori e dell’Isola Madre, Zanzi condivide il riconoscimento dato allo Spirito del Lago, Associazione Culturale che da 18 anni organizzata esposizioni di carattere museale, si è distinto per la sua capacità di valorizzare l’aura di Stresa e delle sue Isole a livello internazionale nel mondo dell’arte contemporanea.

L’idea del Presidente dello Spirito del Lago, è quella di sviluppare il turismo, la cultura del territorio e l’arte contemporanea.

Siamo certi che per il 2015, anno importante per il nostro Paese con l’inaugurazione di Expo, Giampiero Zanzi saprà, ancora una volta, distinguersi per idee, curatela e volontà organizzative, affinchè i tre mesi di esposizione con artisti internazionali, renderanno la 19esima edizione dello Spirito del Lago, ancora più unica.

 


Lo Spirito del Lago Stresa e Isola Bella
bilancio concreto per “SPIRITI EVOCATI - DIE GEISTER DIE ICH RIEF”
“Un fulmine inaspettato, di quelli che illuminano per chilometri”


Il 30 settembre 2014 ha chiuso I battenti la mostra d’arte contemporanea “Spiriti Evocati – Die Geister Die Ich Rief” inaugurata lo scorso 4 luglio a Stresa allo Spazio Luparia e il 5 luglio nella splendida Isola Bella.


Una kermesse della durata di tre mesi giunta con grande successo alla diciottesima edizione: giornalisti, istituzioni, collezionisti, critici, hanno scritto, visitato ed ammirato gli artisti selezionati che anche quest’anno hanno avuto uno spessore internazionale.


Ringranziamo tutti gli artisti che hanno dato vita alla manifestazione e gli elenchiamo: Delfina Camurati, Oliver Czarnetta, Peter Gilles, Ferdinando Greco, Birgit Kahle, Thomas Palme, Sirio Reali, Franco Rasma, Milo Sacchi, Claudia Schink, Tina Schwarz, Federico Simonelli, Gunther Weseler allo Spazio Luparia di Stresa, nel giardino, sempre a Stresa, si sono ammirate opere di Giovanni Crippa, Horst Glaesker e Donatella Mora, mentre nello splendido scenario dell’Isola Bella con un’idea più ludica, gli artisti coinvolti sono stati: Corrado Bonomi, Dario Brevi, Adriano Campisi, Gianni Cella, Harald Fuchs, Francesco Garbelli, Valerio Tedeschi, Ale Guzzetti, Wal e Aldo Spoldi con l’opera dal titolo “ il Bello e il Buono” (by cortesy dell’Accademia dello Scivolo, che da seguito al libro il Bello, e il Buono, Filosofia, Tecnica e Cucina delle Belle Arti “ edito da Skira)


L’evento, organizzato e supportato dalle tre associazioni Onlus “Lo Spirito del lago” di Stresa e di Colonia si inserisce in una programmazione culturale che valorizza il territorio e le bellezze della zona, attraverso il respiro internazionale portato dal lavoro di artisti e che in generale, provenienti da diversi paesi, fanno del multiculturalismo un valore guida perfettamente in sintonia con il carattere internazionale di un angolo di paradiso come sono Stresa e le sue Isole.


Lo Spirito del Lago, associazione Onlus, rinnova l’appuntamento al 2015, firmando la diciannovesima esposizione di arte contemporanea.

Comunicazione: AndEventi Communication Milano 

 

 

SPIRITI EVOCATI - DIE GEISTER DIE ICH RIEF
A Stresa e all’Isola Bella sino al 20 settembre


Save the date – Il 20 settembre 2014, Lo Spirito del Lago, ormai maggiorenne, chiude i battenti della 18esima edizione.
Ancora una ventina giorni per visitare e osservare la più grande esposizione di arte contemporanea nelle due location del Lago Maggiore, lo Spazio Luparia di Stresa e la suggestiva Isola Bella, che ospitano 26 artisti di carattere internazionale.

Una kermesse della durata di tre mesi - inagurata il 4 luglio a Stresa e il 5 luglio all’Isola Bella -giunta con grande successo alla diciottesima edizione: giornalisti, istituzioni, collezionisti, critici, hanno scritto, - e ne citiamo una che ci ha veramente colpito “Un fulmine inaspettato, di quelli che illuminano per chilometri” - visitato ed ammirato gli artisti selezionati che anche quest’anno hanno avuto un sapore internazionale. 

Alcuni artisti della 18esima edizione della kermesse di arte contemporanea: Bonomi, Brevi, Campisi, Camurati, Cella, Crippa, Fuchs, Garbelli, Gilles, Gläsker, Greco, Guzzetti, Kahle, Schink, Wal, Simonelli e Harmut Kraft presidente della onlus di Colonia

 

 

SPIRITI EVOCATI - DIE GEISTER DIE ICH RIEF

AL VIA LA DICIOTTESIMA EDIZIONE DELL’ASSOCIAZIONE 

LO SPIRITO DEL LAGO

Manca solo una manciata di giorni, poco meno di un mese, all’inaugurazione della Kermesse che per il 18esimo anno animerà, Stresa e l’Isola Bella, con l’esposizione di artisti nazionali ed internazionali.

La location è da sempre il Lago Maggiore al quale incontro sono invitati artisti non convenzionali al panorama d’arte internazionale, anche se vi partecipano autori storici, che, attraverso il loro agire nel mondo dell’arte, indagano nei meandri più oscuri della mente.

“Spiriti evocati” – Die Geister Die ich Rief , è il titolo della 18ma edizione che diventa maggiorenne. L’artista, liberatosi di tutto, è a contatto con la sua idea primordiale, dialogando con gli spiriti (della sua interiorità) che lo incitano ad esprimersi senza condizionamenti che il luogo emana da sempre, per una libertà che non ha confini, non ha idee precostituite, per una e incondizionata conoscenza dell’io e dell’uomo nell’esplorare e conoscere vie nuove, come un Sigmud Freud o un Francis Bacon insegnano. Libertà non è rivoluzione, è conoscenza, è confrontarsi, è dialogare, è incitare, è il sapere per amare il mondo, quello conosciuto e quello ignoto di cui l’uomo è sempre un esploratore.

Ed è questo l’obiettivo fin qui raggiunto da “Lo spirito del lago” e dei suoi organizzatori, Giampiero Zanzi, Milo Sacchi, Peter Gilles e Birgit Kahle: promuovere un’arte pura e liberatoria, senza confini, abbracciando l’universalità del pensiero dell’uomo-artista, sciamano-stregone, in un impareggiabile luogo della meraviglia paesaggistica che è l’Isola Bella, oasi d’inconfutabile padronanza della conoscenza dell’uomo, del suo vociare silenzioso o dispettoso, del suo vento che ti accarezza e ti fa paura, dei suoi flutti d’acqua, ora limpida o nera o burrascosa al primo soffio di vento.

Il respiro internazionale della manifestazione è elemento fondante, gli artisti della 18esima manifestazione di arte contemporanea sono, Delfina Camurati, Oliver Czarnetta, Peter Gilles, Ferdinando Greco, Birgit Kahle, Thomas Palme, Sirio Reali, Franco Rasma, Milo Sacchi, Claudia Schink, Tina Schwarz, Federico Simonelli, Gunther Weseler allo Spazio Luparia di Stresa, nel giardino, sempre a Stresa, si potranno ammirare opere di Giovanni Crippa, Horst Glaesker e Donatella Mora, mentre nello splendido scenario dell’Isola Bella con un’idea più ludica, gli artisti coinvolti sono Corrado Bonomi, Dario Brevi, Adriano Campisi, Gianni Cella, Harald Fuchs, Francesco Garbelli, Ale Guzzetti, Aldo Spoldi e Wal.

Con i prestigiosi patrocini del Comune di Stresa e Colonia.

“Scope, nell’angolo! Spiriti fate attenzione: all’ordine or vi richiama il vostro padrone!” JohannWolfgang Goethe

Vernissage:
Venerdì 4 luglio 2014 – ore 17,30 - Stresa – Spazio Luparia Via A.M. Bolongaro, 36

Sabato 5 luglio 2014 – ore 18,30 – Isola Bella

www.lospiritodellago.it

Comunicazione: AndEventi Communication Milano – alessandra@andeventi.it
 

 

 

Lo spirito del lago
di Chiara Gatti


Scriveva Piero Chiara, straordinario cantore del lago e dei suoi umori, che «voltandosi a guardare le acque nere e fosche nel controluce, si potrebbe credere d'aver attraversato dormendo, non il lago, ma il Lete o l'Eunoé».


Chi sul lago c'è stato, qualche volta o per tutta la vita, sa quanto il presagio del grande scrittore sia reale e non solo un'invenzione letteraria. Sa come la sua superficie, spettinata dall'Inverna o dalla Tramontana, dalle Montive o dal Mergozzo, muti rapidamente con il mutare della luce, il colore del cielo, il passare delle stagioni. È un mistero della natura, ma anche dell'anima. Così profondo e inatteso da rispecchiare l'indole, i sentimenti di chi lo osserva silenzioso.


Qualcun altro, in passato, affermò che «quello del lago è uno stato mentale», come a dire che, nei suoi antri profondi (quant'è profondo il Verbano nel cuore nero di Ghiffa!) si riflettono le inquietudini degli uomini, le loro tempeste interiori. Lo spirito del Lago è, insomma, un modo d'essere e di vivere. In sospensione, in attesa, in bilico. Innato per coloro che vi abitano da sempre, ma contagioso per quelli che vi approdano per caso, lo attraversano passando da una costa all'altra, come un battello fra i porti.


Gli artisti del passato, da William Turner a Luigi Russolo, rimasero incanti dalla sua magia. Il primo tracciò il fascino del lago dorato sulle sue carte di viaggiatore romantico. Il secondo impastò sulla tela il nero della burrasca, coltre di piombo tanto pesta da trasformare il lago in una fossa, «attonito/specchio di me una lacuna del cuore», scriveva Sereni. Non stupisce che, dopo tali maestri, interpreti di questo mondo parallelo ritagliato fra le montagne, isolato e prigioniero, anche gli autori contemporanei ne sentano ancora l'attrazione, il richiamo selvatico. Giunti sulle sue sponde protagonisti di un'iniziativa storica che sposa l'arte e il lago coi suoi orizzonti liquidi, ecco allora nove esponenti della ricerca estetica italiana e tedesca confrontarsi proprio sul tema dello spirito lacustre e, insieme - guardando ai mali della nostra epoca - dell'incomprensione che regna nei rapporti umani, della distanza che separa gli individui, laddove i meandri di ognuno restano oscuri agli altri, creando un corto circuito nel dialogo e nelle relazioni.


Una frattura che, forse, il lago può ricucire col suo tessuto molle, le sue atmosfere enigmatiche, quell'aria (di lago!) un po' amena e un po' sinistra, che traghetta il panorama attorno in una dimensione di sogno, visionaria, dal profumo esotico. «Anche il mio lago era stato dunque, al pari dei Caraibi, delle Antille e dei Mari del Sud, campo di imprese disperate e memorabili, aveva conosciuto uomini dal cuore feroce, aveva visto balenare spade e gli era toccato inghiottire nel fondo i Mazzardit finalmente vinti, con le pietre al collo». Lo spirito del lago è spirito d'avventura, raccontava ancora Chiara.


E gli artisti giunti oggi a lasciare un segno (e un pezzo di sé) nei suoi luoghi introversi, le case dei pescatori, i giardini che odorano di muschio e di pioggia, lo hanno compreso nel midollo. Le loro opere parlano di attracchi e di solitudine, di navigazioni tranquille improvvisamente dirottate dal vento. Parlano di limiti e di barriere fra persone taciturne come le correnti del golfo Borromeo nei giorni di piatta, ma anche di culture che si toccano al confine più estremo dove il lago volge a nord. Si toccano con la speranza di comprendersi, un giorno. Chissà.


«Kangaroo» rispose un indigeno australiano al Capitano britannico James Cook che gli chiedeva cosa fossero quegli strani animali saltellanti nella steppa. «Non capisco», intendeva l'aborigeno digiuno di lingua inglese. E il capitano pensò fosse il nome locale di una nuova specie. Pare sia una leggenda, ma spiega bene come, anche da una incomprensione, possa nascere la conoscenza.
 

 

 

KANGAROO non ti capisco

Quasi maggiorenne!!!
L’associazione, italo-tedesca, Lo Spirito del Lago festeggia diciassette anni.
Diciassette anni di cultura, che hanno rappresentato l’ arte contemporanea a Stresa la perla del lago maggiore, dando così continuità alla tradizione classica della pittura e scultura.

Chi non ricorda “Sogno Segreto” o “Solo i pesci morti seguono la corrente”, sino ad arrivare al 2012 con il piacere per la vita “Lust for Life”.
Il nome scelto per la Rassegna d’arte contemporanea 2013 è KANGAROO (non ti capisco), titolo azzeccato considerato che nelle passate edizioni il confronto tra progetti di natura centroeuropea e sudeuropea provocava tanta attenzione tra i collezionisti internazionali.

KANGAROO, tutti conosciamo l’animale australiano ma forse pochi non conoscono le origini del nome. Con la scoperta dell’Australia del Nord nel 1770 James Cook, fu attratto da questo splendido animale e chiedendo agli aborigini il nome, gli stessi risposero NON TI CAPISCO, ma nella loro lingua esclamarono KANGAROO.

Stresa si conferma sede ideale per interrogarsi sulla cultura d’origine.
Nove artisti contemporanei, Giovanni Crippa, Mic Enneper, Peter Gilles, Ferdinando Greco, Ale Guzzanti, Andreas Kaiser, Christian Keinstar, Marco Magrini e Federico Simoncelli si confronteranno tra due tendenze decisamente definite come nordiche e mediterranee.

L’appuntamento è venerdì 5 luglio 2013 a Stresa allo Spazio Luparia e sabato 6 luglio 2013 nelle cantine dei Borromeo all’Isola Bella.


Inaugurazione:
Stresa – Spazio Luparia – venerdì 5 luglio 2013 ore 16,30
Isola Bella – sabato 6 luglio 2013 ore 17,30

L’esposizione terminerà il 30 settembre 2013

Comunicazione: AndEventi Comunicare è arte Milano alessandra@andeventi.it

 

 

Arte Contemporanea a Stresa
Bilancio positivo per “LUST FOR LIFE”


Domenica 30 settembre 2012 chiude I battenti la mostra d’arte contemporanea “LUST FOR LIFE”, inaugurata lo scorso 6 luglio a

Torino alla Galleria Allegretti e il 7 luglio nelle sedi storiche della manifestazione dello Spirito del Lago, gli antichi borghi dell’Isola

Bella e lo Spazio Luparia di Stresa.

 

LUST FOR LIFE

Dopo “ Solo i pesci morti seguono la corrente” del 2011 il titolo della nuova edizione
Sarà “ Lust for Life” il piacere per la vita.

In questo momento il titolo potrebbe sembrare una grande provocazione e forse lo è.
L’attualità ci richiama ad una presa di coscienza che va oltre il coinvolgimento personale.

Il titolo è a differenza degli altri anni è solo in inglese. Lust in inglese è equivalente a Lust
in tedesco ma la similitudine nasconde differenze.

Siamo tutti in (s)ballo quando il cervello va in orgasmo.
Il piacere è gaudioso o peccaminoso?


L’Europa sta vivendo momenti difficili : l’unione ha evidenziato differenze politiche e
culturali sottovalutate.
E’ indubbio che il futuro ci vedrà impegnati singolarmente e a livello di nazioni a risolvere
queste differenze.
L’enunciazione di un titolo può sembrare riduttiva ma le grandi rivoluzioni iniziano con la
presa di coscienza dei problemi comuni.

Lo Spirito del lago è la situazione ideale per coinvolgere artisti di differenti provenienze
internazionali, Stresa e Colonia sedi delle due associazioni.
Sarà come sempre interessante raccogliere le diverse interpretazioni e confrontarle.

Lo Spirito del Lago giunto alla 15.ma edizione e come sempre l’attenzione all’attualità
sarà premiata.
Lo spirito di collaborazione vorrebbe essere di esempio anche a istituzioni più qualificate
delle nostre.

Lo Spirito del lago vuole che Stresa, centro turistico con ambizioni internazionali,
si inserisca in un progetto che abbia come scopo il confronto con culture diverse
preparandoci ad affrontare e dando un senso alla globalizzazione.


Detto questo voglio riprendere delle riflessioni che ben si adattano all’evento
E spero siano di guida a chi vorrà sostenere queste iniziative.
La cultura da da mangiare a milioni di persone in Italia e all’estero.
E’ un’attività economica che impiega direttamente e indirettamente un numero
importante di operatori, crea indotto per altre attività nel settore dei servizi
e soprattutto in quello turistico.

Per far vivere la cultura sono necessari finanziamenti pubblici e privati.

Sono indispensabili finanze pubbliche sane e un’economia privata florida.

In altre parole,la cultura difficilmente può fiorire in un territorio privo di altre
attività economiche che siano in grado di generare altre attività e risorse.

Ecco perchè sono necessari finanziamenti privati sotto forma di sponsorizzazioni
essenziali per il proseguo di queste manifestazioni.
In conclusione la cultura è fonte di sviluppo economico solo se vengono
soddisfatte le condizioni sopraccitate.

Lo Spirito del lago si è inserito ormai da 15 anni in questo settore e spera
nell’aiuto economico degli operatori del territorio, contribuendo così
in maniera moderna e intelligente allo sviluppo culturale della nostra provincia e
in particolare di Stresa.

La 15.ma mostra dello Spirito del lago, Lust for Life verrà inaugurata
Il 6 luglio 2012 con la collaborazione della galleria Allegretti a Palazzo
Bertolazone a Torino.
Sabato 7 luglio vernissage allo Spazio Luparia a Stresa e all’Isola Bella
 

 

 



Lo Spirito del Lago O.N.L.U.S.
Via Anna Maria Bolongaro, 4 - 28838 Stresa (VB)
Telefono: ++39 0323.31.515 - Mobile: 348.87.14.310
giampiero.zanzi@lospiritodellago.it
info@zanzimarcacci.it
www.spirito-del-lago.de

AndEventi Communication Milano
Alessandra Anna Meneghetti
PR & Communication Consultant
Phone 348.22.84.301
alessandra@andeventi.it - press@lospiritodellago.it
LO SPIRITO DEL LAGO ONLUS - P.IVA 93021230037 Questo sito fa uso unicamente di cookies tecnici